GASTROVADEMECUM IN PUNTA DI FORCHETTA

Per chi si iscrive al blog c'è un simpatico OMAGGIO: i primi dieci suggerimenti del GASTROVADEMECUM IN PUNTA DI FORCHETTA a cura della redazione della Dispensa delle Storie.

JUNK JOURNAL

Junk journal a tema culinario/letterario (ma non solo…), anche su ordinazione.

Storie piccole

Il tuo bambino ama le favole, ma è stufo di sentirsi raccontare sempre le stesse storie? Ti piacerebbe regalargliene una dove lui è il protagonista insieme al suo piatto preferito? Se la risposta a entrambe le domande è sì, sei atterrata sulla pagina giusta. Contattami iscrivendoti alla newsletter e vedremo insieme cosa si può fare e come.

 

 

Storie d’amore

Vorresti regalare alla tua lei o al tuo lui una raccolta di ricette d’amore ispirata alla vostra storia, con i vostri piatti preferiti, e illustrata da un artista innamorato della vita? Chiedimi come iscrivendoti alla newsletter.

Iscriviti alla newsletter

Categoria: Fiori da mangiare

Fichi, dolci e salati.

Fichi. Eccovi qualche ricetta di fichi e fichi d’India. Così, per cambiare un po’. https://www.misya.info/ricetta/ravioli-ai-fichi.htm https://www.misya.info/ricetta/insalata-di-fichi.htm...

Ibisco: fiore tropicale, ma non solo.

Ibisco: un fiore molto diffuso anche alle nostre latitudini. Un fiore che evoca isole sperdute in mari cristallini. Voglia di lasciare tutto, fuggire lontano e non farsi più trovare. Come se al giorno d’oggi fosse possibile… Vabbè… Passiamo oltre. E gustiamoci questa citazione da Juan Rulfo it.wikipedia.org/wiki/Juan_Rulfo “Il desiderio...

Lavanda e albicocche?

Lavanda e albicocche insieme? Sì, è possibile perché sono entrambe doni dell’estate. “Mi rallegra il buon odore casalingo di spigo e di lavanda dei paesetti toscani”. Scriveva così Dino Campana (1885-1932), l’ultimo dei poeti maledetti, nel diario del suo viaggio verso il santuario di La Verna.  Il poeta annotava...

Gelsomino: fiore notturno.

Il gelsomino notturno è una poesia di Giovanni Pascoli del 1903, contenuta nella raccolta Canti di Castelvecchio, scritta in occasione del matrimonio dell’amico Gabriele Brignati. In questo componimento, ritroviamo tutto il simbolismo pascoliano, che trova nella natura il termine di confronto per la propria sensibilità e per l’inquietudine esistenziale che...

Glicine da Oscar.

Glicine in giardino e in biblioteca. Oggi parliamo di Dorian Gray, il bellissimo giovane protagonista del famoso romanzo di Oscar Wilde, ritratto da un pittore suo amico quando è all’apice del suo splendore. Ossessionato dall’idea di invecchiare e di perdere la sua avvenenza, grazie a un sortilegio, ottiene che...

Viole del pensiero in insalata con erbette.

Viole in insalata e… in letteratura. La primavera è, per antonomasia, la stagione delle viole e dell’amore. Da tempo immemorabile ai fiori vengono utilizzati per inviare messaggi d’amore, ma non solo. Nell’opera di Shakespeare Sogno di una notte di mezza estate, all’Atto II Scena I, Oberon ordina al sua aiutante...

Spaghettino? Fiorellino? Zucchino?

Spaghettino ai fiori di zucca. What else? Oggi vi propongo una ricetta semplice e gustosa a base di un fiore di stagione che potete raccogliere nell’orto o acquistare dal fruttivendolo. I fiori di zucchina si dividono in maschili, dal peduncolo lungo e sottile e venduti a mazzetti, e femminili,...

Trifoglio: dal prato al piatto.

Trifoglio: ecco un ingrediente di facile reperibilità (e a costo zero…) nei nostri prati. Chi non ha succhiato il dolce nettare dei suoi fiori da bambino alzi la mano. Nessuno, vero? Probabilmente ne è stata ghiotta anche la poetessa americana Emily Dickinson (1830-1886) durante l’infanzia trascorsa ad Amherst, sua...

Magnolia in fiore e… in tavola

Magnolia in fiore: ebbene sì. La magnolia x soulangeana è in fiore già da qualche giorno o settimana, a seconda di dove viviamo. I suoi petali bianchi e rosa sono perfetti, quando il fiore è ancora in boccio, da utilizzare in cucina, sia crudi che cotti, per arricchire i...

Violette: annuncio di primavera.

Tempo di primavera, tempo di violette. Oggi parliamo di quelle candite. Il termine “candito” deriva dall’arabo qandi, a sua volta derivante dalla parola sanscrita kandakah, termine che indica il “succo di canna da zucchero concentrato”. La canditura nasce come un vero e proprio metodo di conservazione per la frutta che può conservarsi...