GASTROVADEMECUM IN PUNTA DI FORCHETTA

Per chi si iscrive al blog c'è un simpatico OMAGGIO: i primi dieci suggerimenti del GASTROVADEMECUM IN PUNTA DI FORCHETTA a cura della redazione della Dispensa delle Storie.

JUNK JOURNAL

Junk journal a tema culinario/letterario (ma non solo…), anche su ordinazione.

Storie piccole

Il tuo bambino ama le favole, ma è stufo di sentirsi raccontare sempre le stesse storie? Ti piacerebbe regalargliene una dove lui è il protagonista insieme al suo piatto preferito? Se la risposta a entrambe le domande è sì, sei atterrata sulla pagina giusta. Contattami iscrivendoti alla newsletter e vedremo insieme cosa si può fare e come.

 

 

Storie d’amore

Vorresti regalare alla tua lei o al tuo lui una raccolta di ricette d’amore ispirata alla vostra storia, con i vostri piatti preferiti, e illustrata da un artista innamorato della vita? Chiedimi come iscrivendoti alla newsletter.

Iscriviti alla newsletter

A Pinocchio non far sapere quant’è buono il gelato con le pere.

A Pinocchio sarebbe piaciuto il gelato alla pera? Penso proprio di sì.

E quel buon uomo di Geppetto, cavato fuori un coltellino, e armatosi di santa pazienza, sbucciò le tre pere, e pose tutte le bucce sopra un angolo della tavola.
Quando Pinocchio in due bocconi ebbe mangiata la prima pera, fece l’atto di buttar via il torsolo: ma Geppetto gli trattenne il braccio, dicendogli: «Non lo buttar via: tutto in questo mondo può far comodo».

La saggezza popolare di non sprecare il cibo (e non solo…) perché non sappiamo cosa ci riserva il futuro comunicata al burattino di legno più famoso che ci sia. Il mezzo è il simbolo, infatti la storia di Pinocchio può essere letta secondo tre (come le pere) chiavi di lettura: una massonica, una pedagogica, e la terza politica. Un approfondimento interessante si trova qui: https://www.altaterradilavoro.com/pinocchio-simbolismo-massonico-ed-esoterico/

Gelato alla pera

Cosa serve (per 4 persone)

  • 500 g pere coscia più una per decorare
  • 200 g zucchero
  • 150 g panna fresca
  • 150 g latte
  • 50 g burro
  • 50 g gherigli di noce
  • 25 g miele
  • 10 g granella di fave di cacao
  • 1 limone

Come si fa

Per la ricetta del gelato di pera con cialde alle noci, lavate le pere; sbucciatele (eccetto quella in più per la decorazione), eliminate il torsolo, tagliatele a pezzetti e quindi frullatele con 150 g di zucchero e il succo del limone.

Aggiungete il latte e la panna, frullate ancora per pochi secondi, versate nella gelatiera e avviatela. Preparate intanto le cialde: fondete il burro, unite lo zucchero rimasto, il miele e cuocete per 2’ a fuoco dolce. Aggiungete le noci tritate, la granella di fave di cacao, mescolate e spegnete.

Versate il composto a mucchietti, ben distanziati, su una placca coperta di carta da forno e infornate a 200 °C per 7-8’. Sfornate le cialde e lasciatele raffreddare. Servite il gelato con le cialde spezzettate e con fettine di pera.

Pinocchio
Pinocchio

Foto: web.

Add a Comment