GASTROVADEMECUM IN PUNTA DI FORCHETTA

Per chi si iscrive al blog c'è un simpatico OMAGGIO: i primi dieci suggerimenti del GASTROVADEMECUM IN PUNTA DI FORCHETTA a cura della redazione della Dispensa delle Storie.

JUNK JOURNAL

Junk journal a tema culinario/letterario (ma non solo…), anche su ordinazione.

Storie piccole

Il tuo bambino ama le favole, ma è stufo di sentirsi raccontare sempre le stesse storie? Ti piacerebbe regalargliene una dove lui è il protagonista insieme al suo piatto preferito? Se la risposta a entrambe le domande è sì, sei atterrata sulla pagina giusta. Contattami iscrivendoti alla newsletter e vedremo insieme cosa si può fare e come.

 

 

Storie d’amore

Vorresti regalare alla tua lei o al tuo lui una raccolta di ricette d’amore ispirata alla vostra storia, con i vostri piatti preferiti, e illustrata da un artista innamorato della vita? Chiedimi come iscrivendoti alla newsletter.

Iscriviti alla newsletter

Pomodori verdi fritti: ve li ricordate?

Pomodori verdi fritti alla fermata del treno compie trent’anni. L’avete visto/letto? Vi ricordate la trama?

Evelyn Couch e suo marito Ed si recano in una casa di riposo dove alloggia la zia di lui. Evelyn decide di aspettare Ed nel salotto dei visitatori: qui un’anziana ospite della struttura, Ninny, la avvicina e comincia a chiacchierare.

Ninny racconta a Evelyn che viveva a Whistle Stop e le chiede se c’è mai stata. Evelyn annuisce. Ninny inizia così a raccontarle una storia avvenuta molti anni prima: la storia d’amore tra Idgie e Ruth, le due donne che gestivano il  Whistle Stop Café dopo che, nel sud degli Stati Uniti negli anni Trenta si erano coraggiosamente ribellate alla prepotenza e ai pregiudizi.

Con questo racconto le emozioni e gli stati d’animo che affollano la vecchia signora riescono a entrare nella vita di Evelyn, che, all’alba dei cinquant’anni, rinascerà e riscoprirà il piacere di sentirsi viva e di aggiustare ciò che nella sua vita non va come lei vorrebbe.

Copertina di Pomodori verdi fritti
Pomodori verdi fritti

Per restare in tema, gustiamoci la ricetta di questo insolito (almeno per noi italiani) antipasto che contiene tutti gli aromi del sud degli Stati Uniti di quell’epoca. Alla fine: il link ad altre versioni della ricetta.

Pomodori verdi fritti

Cosa serve (per 4 persone)

• 2 o 3 pomodori verdi non troppo morbidi
• farina di mais q.b.
• olio di semi per friggere q.b.
• sale q.b.

Come si fa

  1. Per prima cosa lavate i pomodori verdi, asciugateli e tagliateli a fette spesse almeno 1 cm.
  2. Passate le fette di pomodori nella farina di mais e friggeteli in olio ben caldo.
  3. Girate i pomodori in modo da formare una crosticina croccante su entrambi i lati, sollevateli con una schiumarola e adagiateli su di un piatto foderato con carta per fritti.
  4. Posizionate i pomodori fritti su di un piatto da portata e salate a piacere e servite immediatamente.

La farina di mais può essere sostituita dal panko, un pangrattato ottenuto dal pane bianco giapponese. Molto utilizzato per rendere le fritture più leggere, il panko, infatti, non frigge durante la cottura come il classico pane grattugiato ed è perfetto per friggere anche la carne e il pesce che non si impregneranno di olio durante la frittura.

pomodori verdi fritti
pomodori verdi fritti

https://www.allrecipes.com/recipe/16760/best-fried-green-tomatoes/#:~:text=Mix%20cornmeal%2C%20bread%20crumbs%20and,in%20breadcrumbs%20to%20completely%20coat.

Foto: web.

Add a Comment