GASTROVADEMECUM IN PUNTA DI FORCHETTA

Per chi si iscrive al blog c'è un simpatico OMAGGIO: i primi dieci suggerimenti del GASTROVADEMECUM IN PUNTA DI FORCHETTA a cura della redazione della Dispensa delle Storie.

JUNK JOURNAL

COMING SOON – Libri d’artista a tema culinario (ma non solo) realizzati con la tecnica del junk journal.

Storie piccole

Il tuo bambino ama le favole, ma è stufo di sentirsi raccontare sempre le stesse storie? Ti piacerebbe regalargliene una dove lui è il protagonista insieme al suo piatto preferito? Se la risposta a entrambe le domande è sì, sei atterrata sulla pagina giusta. Contattami iscrivendoti alla newsletter e vedremo insieme cosa si può fare e come.

 

 

Storie d’amore

Vorresti regalare alla tua lei o al tuo lui una raccolta di ricette d’amore ispirata alla vostra storia, con i vostri piatti preferiti, e illustrata da un artista innamorato della vita? Chiedimi come iscrivendoti alla newsletter.

Iscriviti alla newsletter

Carnevale a New Orleans con la King cake

Carnevale a New Orleans, martedì grasso compreso, con tanto di supertorta. Non potendo viaggiare fisicamente per i motivi che conosciamo, ci spostiamo con la fantasia. Oggi ci teletrasportiamo a New Orleans.

La tradizione del Carnevale nella zona di New Orleans iniziò nel 1669 quando Jean Baptiste e Pierre Le Moyne Sieur de Bienville, due esploratori franco-canadesi sbarcarono lì la vigilia del martedì grasso. Il primo carnevale americano fu quello della prima colonia, Fort Louis (oggi Mobile, in Alabama) nel 1703. Quindici anni dopo tardi i Bienville fondarono la città di New Orleans, ancora oggi famosa in tutto il mondo per il suo Carnevale e per la King cake, appunto. King cake che, però, arrivò soltanto intorno al 1870 dalla Francia.

Kink cake, dolce tipico del Carnevale di New Orleans.
King cake

La forma di questo dolce assomiglia a un ciambellone, ma l’impasto è abbastanza diverso. Il segno distintivo di questa torta è il colore: oro, verde e viola, fatti di glassa e zuccherini.

King cake

Cosa serve

  • FARINA 00 560 gr
  • LIEVITO DI BIRRA 20 gr
  • ZUCCHERO 100 gr
  • LATTE INTERO caldo – 240 ml
  • TUORLO D’UOVO 5
  • BURRO tagliato a fette e ammorbidito – 113 gr
  • NOCE MOSCATA 1 cucchiaio da tè
  • SALE 2 cucchiai da tè
  • SCORZA DI LIMONE 1 cucchiaio da tè
  • UOVA leggermente sbattuto con 1 cucchiaio di latte – 1
  • CANNELLA IN POLVERE 1 cucchiaio da tè
  • Per la glassa
  • ZUCCHERO A VELO 360 gr
  • SUCCO DI LIMONE 60 ml
  • ACQUA o 6 – 3 cucchiai da tè
  • ZUCCHERO colorato – q.b.
  • Per lo zucchero colorato
  • ZUCCHERO 150 gr
  • COLORANTE ALIMENTARE 
  • viola – 4 gocce
  • verde – 4 gocce
  • giallo – 4 gocce

Come si fa

Raccogliete nella ciotola dell’impastatrice la farina, il lievito sbriciolato, lo zucchero, la noce moscata, il sale e la scorza di limone.

Iniziate ad impastare utilizzando l’impastatrice dotata di gancio e unite i liquidi all’impasto, ovvero i tuorli d’uovo ed il latte. Versate il latte nella stessa ciotolina che raccoglieva i tuorli, in questo modo raccoglierete gli ultimi residui di tuorlo.

Lasciate lavorare l’impastatrice fino a quando l’impasto avrà preso forza e risulterà incordato.

A questo punto unite, poco per volta, il burro ammorbidito. Aggiungete il pezzetto di burro successivo solo quando il precedente è stato completamente assorbito dall’impasto

Lasciate impastare per altri 5 minuti, a questo punto potrete raccogliere l’impasto in una palla morbida che depositerete sul piano di lavoro leggermente infarinato per dare l’ultima impastata a mano.

Ungete una ciotola sufficientemente capiente con del burro ed adagiatevi la palla d’impasto che spennellerete, anch’essa, con del burro.

Coprite la ciotola con della pellicola trasparente e lasciate lievitare per circa 1,5 ore o fino al raddoppio del volume.

Ungete con del burro uno stampo a ciambella.

Una volta lievitato, riprendete l’impasto, sgonfiatelo con dei pugni e stendetelo con il mattarello in modo tale che il lato più lungo corrisponda alla circonferenza della ciambella.

Distribuite sull’impasto steso abbondante cannella.

Arrotolate l’impasto ovviamente a partire dal lato più lungo.

Attorcigliate il rotolo ottenuto cosicché in cottura la superficie risulterà irregolare.

Disponete il rotolo nello stampo a ciambella riunendo le due estremità.

Coprite lo stampo con della pellicola trasparente e lasciate nuovamente lievitare per 45 minuti.

Nel frattempo scaldate il forno a 190°C.

Spennellate la superficie della ciambella con l’uovo sbattuto con un cucchiaio di latte ed infornate per 35 minuti nella parte centrale del forno.

Una volta cotta, fate la prova stecchino, sfornate la torta e fatela raffreddare su di una griglia.

Il tocco finale

Preparate lo zucchero colorato: dividete 150 g di zucchero in tre ciotole diverse e colorate ciascuna con quattro gocce di coloranti diversi.

Trasferite lo zucchero colorato su fogli di carta forno e lasciate che s’asciughi.

Preparate, ora, la glassa per la copertura: miscelate lo zucchero, il succo di limone fino ad ottenere un composto liscio.

Distribuite la glassa sulla torta facendola ricadere sui bordi.

Prendete lo zucchero colorato e, qualora si fosse compattato, sbriciolatelo con le mani.

Distribuite in modo alternato gli zuccheri colorati creando delle strisce su tutta la circonferenza della torta.

Tutto sul Carnevale di New Orleans: https://www.mardigrasneworleans.com/

Foto: web.

Add a Comment