GASTROVADEMECUM IN PUNTA DI FORCHETTA

Per chi si iscrive al blog c'è un simpatico OMAGGIO: i primi dieci suggerimenti del GASTROVADEMECUM IN PUNTA DI FORCHETTA a cura della redazione della Dispensa delle Storie.

JUNK JOURNAL

Junk journal a tema culinario/letterario (ma non solo…), anche su ordinazione.

Storie piccole

Il tuo bambino ama le favole, ma è stufo di sentirsi raccontare sempre le stesse storie? Ti piacerebbe regalargliene una dove lui è il protagonista insieme al suo piatto preferito? Se la risposta a entrambe le domande è sì, sei atterrata sulla pagina giusta. Contattami iscrivendoti alla newsletter e vedremo insieme cosa si può fare e come.

 

 

Storie d’amore

Vorresti regalare alla tua lei o al tuo lui una raccolta di ricette d’amore ispirata alla vostra storia, con i vostri piatti preferiti, e illustrata da un artista innamorato della vita? Chiedimi come iscrivendoti alla newsletter.

Iscriviti alla newsletter

Carciofi di stagione in forma di crostata.

I carciofi, oltre ad essere ortaggi di stagione, hanno diverse proprietà interessanti. Sono una fonte preziosa di potassio e sali di ferro. Contengono un principio attivo, la cinarina, che favorisce la diuresi e la secrezione biliare, quindi fanno bene al fegato. Di solito se ne mangiano il fiore e le brattee, dopo aver eliminato quelle esterne, più dure. 

Prima di acquistarli verificate che siano sodi e senza macchie. Per riconoscerne la freschezza, afferrateli con indice e pollice, premendo: se i carciofi oppongono resistenza e non si appiattiscono, la freschezza è garantita. L’ideale sarebbe coltivarli nel proprio orto, come ci insegnano qui https://www.coltivazionebiologica.it/carciofi/

Oggi vi propongo una ricetta facile e comoda per preparare un piatto adatto alla anche alla pausa pranzo in ufficio: le crostatine ai carciofi e robiola.

Crostatine ai carciofi e robiola

Cosa serve (per 4-6 persone)

Per la pasta brisée

  • 2 etti di farina di farro integrale
  • 1 etto di farina 00
  • 50 ml di olio evo
  • 1 cucchiaino di sale
  • acqua fredda q.b.

Per il ripieno

  • 3 carciofi
  • 1 cipollotto fresco
  • 2 etti di yogurt greco
  • 1 etto di robiola di Roccaverano dop (non stagionata)
  • 2 uova
  • 50 gr di parmigiano
  • 1 spicchio d’aglio
  • prezzemolo, erba cipollina, santoreggia
  • 1 limone
  • 50 ml di olio evo
  • pepe nero
  • sale

Come si fa

In una ciotola mescolate le farine insieme al sale. Unite l’olio evo e poca acqua. Mescolate il composto fino a renderlo elastico e ben amalgamato. Fate riposare l’impasto in frigo per 30 minuti avvolto nella pellicola trasparente. Preriscaldate il forno a 180°.

Pulite i carciofi eliminando i gambi, le foglie esterne e le punte. Tagliateli a metà e poi a fettine e metteteli in acqua acidulata con il succo del limone per mezz’ora. Versate in una padella un filo d’olio. Aggiungete il cipollotto tritato, l’aglio e i carciofi. Salate e pepate. Cuocete a fiamma media per 10-15 minuti aggiungendo, se necessario, un filo d’acqua.

In una ciotola rompete le uova, aggiungete la robiola fresca, lo yogurt, il parmigiano, le erbe aromatiche tritate, i carciofi stufati, sale e pepe. Mescolate fino a incorporare bene tutti gli ingredienti. Stendete la pasta brisée con il matterello in uno spessore di 3-4 mm. Con la pasta foderate degli stampini monoporzione. Cuocete per 20 minuti a 180°. Sformate e servite le crostatine tiepide.

crostatine ai carciofi e robiola
crostatine ai carciofi e robiola

Foto: web.

Add a Comment