GASTROVADEMECUM IN PUNTA DI FORCHETTA

Per chi si iscrive al blog c'è un simpatico OMAGGIO: i primi dieci suggerimenti del GASTROVADEMECUM IN PUNTA DI FORCHETTA a cura della redazione della Dispensa delle Storie.

JUNK JOURNAL

COMING SOON – Libri d’artista a tema culinario (ma non solo) realizzati con la tecnica del junk journal.

Storie piccole

Il tuo bambino ama le favole, ma è stufo di sentirsi raccontare sempre le stesse storie? Ti piacerebbe regalargliene una dove lui è il protagonista insieme al suo piatto preferito? Se la risposta a entrambe le domande è sì, sei atterrata sulla pagina giusta. Contattami iscrivendoti alla newsletter e vedremo insieme cosa si può fare e come.

 

 

Storie d’amore

Vorresti regalare alla tua lei o al tuo lui una raccolta di ricette d’amore ispirata alla vostra storia, con i vostri piatti preferiti, e illustrata da un artista innamorato della vita? Chiedimi come iscrivendoti alla newsletter.

Iscriviti alla newsletter

Arcimboldo: messaggi in codice.

Quante volte, guardando un dipinto di Giuseppe Arcimboldo (1527-1593), abbiamo pensato a cosa potesse aver ispirato quel quadro? Probabilmente, nessuna. Lo abbiamo classificato come l’opera di un artista bizzarro e siamo passati oltre.

Eppure i suoi quadri, vere e proprie dispense degne di una fornitissima cucina, non lasciano nulla al caso. Infatti, Arcimboldo era un uomo colto, profondo, iniziato agli antichi misteri.

Da Milano, sua città natale, si trasferì a Praga alla corte di Ferdinando I, iniziato ai misteri dell’alchimia, con l’incarico di eseguire i ritratti della famiglia imperiale. Fu qui  che Giuseppe Arcimboldo, evidentemente influenzato dall’imperatore, iniziò a dipingere ritratti composti a partire da semplici elementi naturali. Insomma, parte dalla “natura morta” e la riporta in vita. Ogni singolo elemento del quadro, messo accanto all’altro, compone il Genio della natura, qualcosa che sta dietro le apparenze di un frutto, di un ortaggio, di un animale, rivelando una forza superiore che dagli elementi arriva al Tutto.

Foto di un dipinto di Arcimboldo raffigurante un cesto di frutta che, capovolto, diventa un volto.
Arcimboldo, cesto di frutta

Questo cestino, che inizialmente sembra solo un insieme di frutti, una volta rovesciato, cioè osservato da una prospettiva diversa, iniziaticamente ci trasmette il messaggio che nessuno deve giudicare a una prima occhiata. Bisogna, invece, seguire le indicazioni alchemiche: lege et rilege. Abbandonare i preconcetti per assumere nuovi punti di vista.

Dal sacro al profano: la visione diversa della Food Art di Klaus Enrique, fotografo di still life a New York. Le sue Arcimboldo Series, a partire da ortaggi e frutta, formano visi e combinazioni molto vicini alle opere di Arcimboldo. Lo scopo di Enrique è stato infatti quello di creare nature morte usando gli stessi materiali utilizzati da Arcimboldo.

Due immagini affiancate: una still life di Enrique ispirata al dipinto di Arcimboldo che le sta accanto.
Enrique e Arcimboldo

Indagare la condizione umana attraverso l’arte. Cambia il mezzo, ma non il fine.

Add a Comment