GASTROVADEMECUM IN PUNTA DI FORCHETTA

Per chi si iscrive al blog c'è un simpatico OMAGGIO: i primi dieci suggerimenti del GASTROVADEMECUM IN PUNTA DI FORCHETTA a cura della redazione della Dispensa delle Storie.

JUNK JOURNAL

Junk journal a tema culinario/letterario (ma non solo…), anche su ordinazione.

Storie piccole

Il tuo bambino ama le favole, ma è stufo di sentirsi raccontare sempre le stesse storie? Ti piacerebbe regalargliene una dove lui è il protagonista insieme al suo piatto preferito? Se la risposta a entrambe le domande è sì, sei atterrata sulla pagina giusta. Contattami iscrivendoti alla newsletter e vedremo insieme cosa si può fare e come.

 

 

Storie d’amore

Vorresti regalare alla tua lei o al tuo lui una raccolta di ricette d’amore ispirata alla vostra storia, con i vostri piatti preferiti, e illustrata da un artista innamorato della vita? Chiedimi come iscrivendoti alla newsletter.

Iscriviti alla newsletter

Sundae per tutti! Cameriereeeee….

The hot mess: carta dei tarocchi Food Fortunes che raffigura una sundae, cioè una coppa di gelato all'americana.
The hot mess

Oggi parliamo di sundae prendendo spunto dalla carta dei tarocchi Food Fortunes The Hot Mess, che raffigura una ricca coppa di gelato all’americana.

Il gelato è tradizionalmente alla vaniglia: delle piccole palline ricoperte con una salsa aromatizzata o dello sciroppo, panna montata e una ciliegina al maraschino. Sempre secondo la tradizione, viene servito in una coppa di vetro a forma di tulipano.

In rete si trovano diverse storie riguardo l’invenzione del sundae.  L’origine della parola non è chiara, ma l’ipotesi più probabile la fa risalire al termine Sunday (domenica). Pare che nella seconda metà dell’Ottocento, negli USA, fossero in vigore le cosiddette Blue Laws, le quali vietavano il consumo di gelato la domenica. Si racconta che queste leggi abbiano spinto i droghieri a produrre un sostituto del comune gelato. Il nome fu leggermente modificato da Sunday in sundae, per evitare di offendere qualunque convinzione religiosa. Insomma: fatta la legge, fatto l’inganno.

Per ulteriori dettagli sulla storia del sundae https://whatscookingamerica.net/History/IceCream/Sundae.htm

Come ben sappiamo, esistono molte grandi catene di ristorazione che includono il sundae nei loro menu. Noi, però, preferiamo orientarci verso qualcosa di più originale, genuino e, per quanto possibile, fatto in casa.

Sundae al caramello salato

Cosa serve

Per il caramello salato

180 ml di panna da montare
160 g di zucchero
50 g di burro a pezzetti
un pizzico di fleur de sel

per il gelato allo yogurt

260 g di yogurt naturale intero
200 g di panna da montare
140 g di zucchero

per le mandorle

30 g di mandorle (intere)
30 g di mandorle sfilettate
1 cucchiaio di miele
1 cucchiaio di zucchero

Come si fa

per il gelato

Amalgamate gli ingredienti e frullate brevemente con l’aiuto di un mini pimer affinché lo zucchero si polverizzi.
Se disponente di una gelatiera, riponete il composto in essa e attivatela per circa 20 minuti.
Altrimenti, riponete il composto in freezer e frullate ogni ora per tre volte, mantecando con una spatola prima di servirlo.

per il caramello

Fate caramellare lo zucchero in un pentolino con un goccio di acqua e un pizzico di fleur de sel.
Per ottenere un caramello perfetto il trucco è quello di non mescolarlo.
Non appena lo zuccherò assumerà un colore dorato, toglietelo dal fuoco e unite la panna calda e il burro mescolando vigorosamente con una frusta. È possibile che si formi il classico “blocco” di zucchero (causato dal contatto con la panna e il burro più freddi): non preoccupatevi perché questo si scioglierà non appena il caramello verrà rimesso sul fuoco.
Rimettete perciò il caramello sul fuoco e fate addensare (circa 5-10 minuti).
Il caramello così preparato potrà essere conservato in frigorifero per un paio di giorni.

per le mandorle

Distribuite i due tipi di mandorle su una teglia ricoperta di carta forno e ricopritele con lo zucchero e il miele.
Fate dorare in forno a 180°C per una decina di minuti e fate raffreddare.
Con l’aiuto di un coltello tagliate le mandorle grossolanamente.

Componete la coppetta alternando gelato e caramello. Completate con le mandorle croccanti al miele.

Add a Comment