GASTROVADEMECUM IN PUNTA DI FORCHETTA

Per chi si iscrive al blog c'è un simpatico OMAGGIO: i primi dieci suggerimenti del GASTROVADEMECUM IN PUNTA DI FORCHETTA a cura della redazione della Dispensa delle Storie.

JUNK JOURNAL

Junk journal a tema culinario/letterario (ma non solo…), anche su ordinazione.

Storie piccole

Il tuo bambino ama le favole, ma è stufo di sentirsi raccontare sempre le stesse storie? Ti piacerebbe regalargliene una dove lui è il protagonista insieme al suo piatto preferito? Se la risposta a entrambe le domande è sì, sei atterrata sulla pagina giusta. Contattami iscrivendoti alla newsletter e vedremo insieme cosa si può fare e come.

 

 

Storie d’amore

Vorresti regalare alla tua lei o al tuo lui una raccolta di ricette d’amore ispirata alla vostra storia, con i vostri piatti preferiti, e illustrata da un artista innamorato della vita? Chiedimi come iscrivendoti alla newsletter.

Iscriviti alla newsletter

Crimini di stagione: pane di fichi

Oggi parliamo di crimini di stagione e pane di fichi. Perché crimini? Cosa c’entrano i fichi? I fichi sono un frutto che fin da piccola ho associato all’atto del rubare: rubare la frutta dall’albero sotto il naso del contadino, come facevano i nostri nonni da bambini. Più che crimine, lo definirei furto con destrezza. Con l’aggravante di scorpacciate atomiche.

Di crimini degni di questo nome, invece, si occupano gli investigatori eroi di tanti romanzi. Alcuni più conosciuti, altri un po’ meno. Alcuni molto interessati al cibo, come Nero Wolfe ad esempio, di cui ho già parlato qui https://ladispensadellestorie.com/2019/03/11/buona-cucina-e-buona-letteratura-nero-wolfe/ o Pepe Carvalho, di cui vi parlo ora.

Pepe Carvalho gourmet

Lo scrittore catalano Manuel Vazquez Montalban (1939-2003) raggiunse la notorietà proprio nel momento in cui creò il personaggio del detective Pepe Carvalho. La sua biografia ha molto in comune con quella dello stesso Montalban, a partire dalla data di nascita fino all’esperienza in carcere e alla militanza politica. Burbero, cinico, libertino, ma soprattutto amante della buona cucina e del vino, cuoco e gourmet.

“Bisogna bere per ricordare e mangiare per dimenticare”. Questa è una delle frasi preferite del nostro detective. Pepe Carvalho, pur impegnato in indagini complesse, non rinuncia a pasti luculliani ed è molto esigente a tavola. Il suo segretario tuttofare, nonché cuoco, Biscuter è sempre alla ricerca degli ingredienti più insoliti per accontentare il suo capo. E Fuster, commercialista e suo vicino di casa, appassionato gourmet, si trova spesso a cena con lui ad argomentare di gastronomia.

La passione per la cucina di Montalban è talmente grande che ha scritto diversi libri sull’argomento. Fra questi i più famosi sono Ricette immorali e Le ricette di Pepe Carvalho, una raccolta di 120 ricette del più famoso detective-gourmet di Spagna accompagnate dalle citazioni dei libri in cui vengono descritte.

E qui torniamo a parlare di fichi, con una ricetta tratta dalle 120 di Pepe Carvalho.

Pane di fichi di forma allungata tagliato a fette
Pane di fichi

Pane di fichi

Cosa serve

  • 1 kg di fichi secchi
  • 200 gr di farina
  • 1 tazzina di latte
  • 300 gr di mandorle sbucciate
  • 1 scorza di arancia non trattata
  • 1 tazzina di liquore all’anice
  • 100 gr di noci

Come si fa

Tritate le mandorle con i fichi. Fate sbollentare la scorza d’arancia in un pentolino, poi scolatela e tagliatela a pezzettini.

Impastate la farina con il latte, unite le mandorle e i fichi tritati, poi completate con la scorza d’arancia e il liquore all’anice.

Quando la massa sarà consistente e tutti gli ingredienti saranno ben amalgamati, datele una forma di filone e decorate la superficie con le noci spezzettate. Fate cuocere in forno a 160° per circa 30 minuti.

Foto: web

Add a Comment