GASTROVADEMECUM IN PUNTA DI FORCHETTA

Per chi si iscrive al blog c'è un simpatico OMAGGIO: i primi dieci suggerimenti del GASTROVADEMECUM IN PUNTA DI FORCHETTA a cura della redazione della Dispensa delle Storie.

JUNK JOURNAL

Junk journal a tema culinario/letterario (ma non solo…), anche su ordinazione.

Storie piccole

Il tuo bambino ama le favole, ma è stufo di sentirsi raccontare sempre le stesse storie? Ti piacerebbe regalargliene una dove lui è il protagonista insieme al suo piatto preferito? Se la risposta a entrambe le domande è sì, sei atterrata sulla pagina giusta. Contattami iscrivendoti alla newsletter e vedremo insieme cosa si può fare e come.

 

 

Storie d’amore

Vorresti regalare alla tua lei o al tuo lui una raccolta di ricette d’amore ispirata alla vostra storia, con i vostri piatti preferiti, e illustrata da un artista innamorato della vita? Chiedimi come iscrivendoti alla newsletter.

Iscriviti alla newsletter

Fiori di… rucola!

Tra i tanti fiori commestibili che ci regala la natura troviamo quelli di rucola. Oltre a essere un ortaggio pieno di proprietà curative (digestiva, protettiva dello stomaco, diuretica, pare anche afrodisiaca…), la rucola produce dei fiorellini _ bianchi per la varietà coltivata, gialli per quella selvatica _ ottimi per arricchire di un tocco piccante ai nostri piatti.

Fiori di rucola
Fiori di rucola

Se ne avete voglia, coltivatela nell’orto o sul balcone: è una piantina davvero poco esigente. Se non ne avete voglia, almeno evitate quella nelle buste di plastica ché è piena di batteri.

Dopo 30 o 40 giorni dalla semina otterrete il primo raccolto. Raccogliete le foglie con le mani o tagliatele con attenzione quando avranno raggiunto la lunghezza di 8-12 centimetri, lasciando intatto il cuore della pianta che riprenderà a vegetare rapidamente.

La rucola può essere consumata in mille modi. Oggi vi propongo una pasta facile facile e anche un tantino insolita a base di rucola (foglie e fiori) e pomodori.

Linguine ai fiori di rucola

Cosa serve (per 4 persone)

400 grammi di linguine

500 grammi di pomodori ciliegini o datterini

1 mazzetto di rucola

2 o 3 cucchiai di panna di soia (se piace)

1 cipolla

2 spicchi d’aglio

100 ml di vino bianco

olio evo

1 bustina di zafferano in polvere

sale e pepe

Come si fa

Fate soffriggere in una padella l’aglio e la cipolla tagliata fine. Dopo aver lavato la rucola e i pomodori, tagliateli a pezzettini e buttateli in padella. Lasciate cuocere per circa 15 minuti bagnando di tanto in tanto col vino. A fine cottura, aggiungete lo zafferano e la panna di soia.

Nel frattempo fate bollire l’acqua e cuocete le linguine. Scolate la pasta e buttatela in padella dopo aver aggiunto qualche fiorellino di rucola (solo i petali), rigirandovela per un paio di minuti. Una volta amalgamato il condimento, salate, pepate e servite.

Add a Comment