GASTROVADEMECUM IN PUNTA DI FORCHETTA

Per chi si iscrive al blog c'è un simpatico OMAGGIO: i primi dieci suggerimenti del GASTROVADEMECUM IN PUNTA DI FORCHETTA a cura della redazione della Dispensa delle Storie.

JUNK JOURNAL

COMING SOON – Libri d’artista a tema culinario (ma non solo) realizzati con la tecnica del junk journal.

Storie piccole

Il tuo bambino ama le favole, ma è stufo di sentirsi raccontare sempre le stesse storie? Ti piacerebbe regalargliene una dove lui è il protagonista insieme al suo piatto preferito? Se la risposta a entrambe le domande è sì, sei atterrata sulla pagina giusta. Contattami iscrivendoti alla newsletter e vedremo insieme cosa si può fare e come.

 

 

Storie d’amore

Vorresti regalare alla tua lei o al tuo lui una raccolta di ricette d’amore ispirata alla vostra storia, con i vostri piatti preferiti, e illustrata da un artista innamorato della vita? Chiedimi come iscrivendoti alla newsletter.

Iscriviti alla newsletter

Soffriggere l’ispirazione o il cappello?

Soffriggere l’ispirazione. Cosa vorrà dire?

“Un uomo stava facendo soffriggere il proprio cappello, e nel frattempo pensava a come sua madre aveva fatto soffriggere il cappello di suo padre, e a come sua nonna aveva fatto soffriggere il cappello di suo nonno”.

Soffriggere l’ispirazione. Procediamo.

Cipolla, carota e sedano tritati, del buon olio d’oliva (extravergine, mi raccomando…) e il cappello prende un sapore del tutto diverso: si trasforma. E così l’ispirazione: proviamo a buttare giù degli incipit incisivi, una decina o giù di lì. Lasciamoli riposare nel loro liquido di cottura per un po’ e andiamo a rileggerli. Se almeno una sa di buono, allora congeliamolo. Ci tornerà utile più avanti, quando avremo voglia di metterci al computer e continuare la ricetta aggiungendo altri ingredienti, non necessariamente reperibili in dispensa. Lasciamo andare l’immaginazione, giochiamo a passare da un mezzo all’altro, da una ricetta a un articolo di giornale, a una vecchia foto. In una parola: rischiamo! Se il risultato non ci piacerà, potremo sempre ridurlo in polpette.

Add a Comment